Belle, giovani e sicuramente ambiziose Eda e Marcella vivevano la vita di Maiorca gustandone ogni particolare. Le due donne dividevano abiti e gioielli per le occasioni mondane , partecipavano a feste ed erano spesso le madrine di corridas in cui era loro compito premiare il torero con i loro ventagli.Nella loro corrispondenza privata traspare una forma di antagonismo bonario condito da una sottile perfidia tipica delle competizioni femminili…” io sono abbronzata e color cioccolata , mi sono fatta un nuovo taglio..ho i capelli corti ..se tu mi copiassi mi faresti inferocire.. ” oppure ..” rivorrei la mia cappa da sera, quella ricamata con le spighe dorate ..mi manca e tutto sommato sta molto meglio su di me che su di te..” ” faresti meglio a tornare .. qui ti dimenticano in fretta ..tra un pò chi è Eda Urbani non lo saprà più nessuno…”. Tutto questo però si assopiva quando insieme partecipavano a parties e feste nelle ville dell’isola dove i grandi nomi dell’epoca si alternavano più o meno in incognito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *